MOSTRA DOCUMENTARIA “800 ANNI DELLA PRESENZA FRANCESCANA IN TERRA SANTA” A PERUGIA E CONCERTO “PRO TERRA SANTA” IN ARACOELI A ROMA

Pubblicato il Informative per gli utenti

Continuano i festeggiamenti per gli 800 anni  della presenza francescana in Terra Santa, promossi dal Commissariato di Terra Santa per l’Umbria e organizzati dai volontari dell’Associazione Santo Sepolcro Foligno Onlus, il cui Presidente è P.Giuseppe Battistelli ofm, che con impegno, passione ed entusiasmo sono al lavoro da qualche mese.

La prima mostra sulla presenza francescana in Terra Santa, molto positiva, che ha visto numerosi visitatori italiani e stranieri, è stata centrata sui presepi di Terra Santa e si è svolta durante il periodo natalizio. La mostra si è tenuta ad Assisi, presso la sala Capitano del Popolo, in piazza del Comune, in collaborazione con il Sindaco di Assisi e il Vescovo  di Assisi – Gualdo Tadino e Nocera Umbra .

A Perugia dal 9 al 23 maggio rimarrà aperta la mostra documentaria “800 anni della presenza francescana in Terra Santa” che ha come patrocinanti: il Comune di Perugia, l’Arcidiocesi di Perugia Città della Pieve, la Custodia di Terra Santa, l’Università degli Studi di Perugia e l’Università per Stranieri di Perugia.

Alcuni sostenitori autorevoli hanno voluto condividere l’iniziativa.

Una sala della mostra è dedicata alla lettera del Santo Padre Francesco che ha inviato al Custode di Terra Santa, una parola che ripercorre la storia e la missione dei Frati Minori in Terra Santa, un messaggio che va letto con attenzione, che può essere d’insegnamento, per noi tutti, ancora oggi.

La mostra sugli 800 anni della presenza francescana in Terra Santa si legge attraverso dieci vele con foto, citazioni delle fonti francescane e un percorso storico che ne ripercorre le tappe fondamentali, dalla nascita della Provincia d’Oltremare ad oggi. Le linee guida indicate da Francesco per la missione dei frati sono semplici: prima la testimonianza di vita e poi l’annuncio esplicito del Vangelo.

Durante tutte le giornate della mostra saranno proiettati documentari sui Santuari di Terra Santa, un modo per far conoscere e per approfondire i siti più significativi della presenza di Gesù in Terra Santa.

Merita particolare attenzione l’invito congiunto “Venite a Gerusalemme”, e quindi in Terra Santa, esplicitato da S.E.R.Mons. Pierbattista Pizzaballa ofm, Amministratore Apostolico del Patriarcato Latino di Gerusalemme e da  P. Francesco Patton ofm, Custode di Terra Santa. “Il pellegrinaggio in Terra Santa è sicuro, i pellegrinaggi devono continuare per incoraggiare i cristiani locali a restare nella Terra di Gesù, una forma di solidarietà volta a sostenere la piccola comunità cristiana, oltre che vivere il pellegrinaggio con lo spirito di chi desidera fidarsi di Dio”.

Una sala della mostra è dedicata alla Custodia di Terra Santa in cifre, che attualizza la missione dei Frati Minori, un impegno che incarna la fede nelle opere.

Un’altra sala presenta una guida per i commissari di Terra Santa e attualizza quanto è stato realizzato dal Commissariato di Terra Santa per l’Umbria, con le sue finalità, la principale delle quali è rappresentata dalla scuola “Terra Santa School”, con i suoi bambini e ragazzi.

Per approfondire alcune tematiche legate alla Terra Santa di ieri e di oggi, sono state programmate sei conferenze, con alcuni accademici e con ecclesiastici, che coinvolgeranno i partecipanti con immagini e riflessioni su percorsi interessanti e affascinanti.

Per chi ama la musica classica, sono stati programmati quattro concerti con musicisti che vantano una lunga esperienza di concerti in Italia e all’estero, oltre che accogliere giovani musicisti con spiccate doti artistiche.

All’interno della sala è stato organizzato un bookshop dove è possibile acquistare, attraverso offerte, opere di artigianato artistico, provenienti da Betlemme e Gerusalemme, nonché una vasta quantità di libri, che trattano temi specifici della Terra Santa, insieme a riviste, giornali e dvd.

Per i gruppi legati alle parrocchie, alle scuole di secondo grado, ad associazioni e alle famiglie è possibile visitare la mostra utilizzando delle guide appositamente preparate. Per avere una guida dedicata è necessario prenotare la visita.

In esclusiva per la città di Roma, in occasione della presenza francescana in Terra Santa, presso la Basilica Aracoeli, in Campidoglio, a Roma, il 3 giugno, in occasione del Corpus Domini, è stato organizzato un grande concerto Pro Terra Santa “Requiem for the living” , del Maestro Dan Forrest.

Chi è Dan Forrest? Un giovane, famoso pianista e compositore americano di opere corali e orchestrali che vanta un vasto repertorio affermato in tutto il mondo.

Il “Requiem for the living” è dedicato al suffragio dei defunti, ma anche dei vivi che lottano con il dolore a seguito della perdita del proprio caro; una preghiera trascendente per la pace ed il riposo.

Un invito a partecipare a questo importante concerto e ad abbandonarsi alle emozioni che suscita la musica nell’anima.

Il concerto è promosso dal Commissariato di Terra Santa per l’ Umbria, organizzato dall’Associazione Santo Sepolcro Foligno Onlus.

I patrocinanti sono: Regione Lazio, Roma Capitale, Vicariato di Roma, la Custodia di Terra Santa, il FEC (Ministero dell’ interno).

Dopo il successo dell’anno precedente, quest’anno saranno presenti oltre 165 artisti rappresentati dal Coro Canticum Novun di Solomeo, dalla Corale Alboni di Città di Castello, dal Coro Polifonico città di Tolentino e dall’Orchestra da Camera di Perugia.

Il concerto è diretto dal maestro Fabio Ciofini.

La Fondazione Brunello e Federica Cucinelli, con grande generosità, sostiene questa importante iniziativa. I coniugi Cucinelli, insieme ad autorità civili, militari e religiose, saranno presenti al concerto. E’ prevista, inoltre, la presenza straordinaria del maestro Mogol.

 

Invito per la mostra degli 800 anni di presenza dei francescani in Terra Santa